Gusto del Giorno: ricetta e segreti della torta Barozzi dell’Emilia Romagna

torta barozzi emilia romagna

Gusto del Giorno: ricetta e segreti della torta Barozzi dell’Emilia Romagna

Dopo le vacanze pasquali siamo leggeri al punto giusto per dedicarci ad altre ricettine sfiziose da provare e assaggiare, vero? Scherzi a parte, sperando che tu abbia passato una buona Pasqua ti dico che noi di Italy Gusto non andiamo mai in vacanza ed è per questo che, con la nostra rubrica Gusto del Giorno, siamo pronti a portarti in un’altra bellissima regione italiana dove si mangia più che bene. Si tratta dell’Emilia Romagna, terra di tortellini, tagliatelle, piadina e parmigiano reggiano. Oggi voglio svelarti la ricetta della buonissima torta Barozzi: un paradiso al cioccolato davvero goloso. Di sicuro ne avrai sentito parlare, in quanto questa è una torta davvero famosa. Se vuoi saperne di più, continua a leggere e ti dirò dove e quando è nata e come mai è così celebre.

I segreti della torta Barozzi

La torta Barozzi è stata inventata nel 1886 da Eugenio Gollini. Nasce a Vignola, in provincia di Modena, dove il pasticciere aprì un laboratorio. Tutti sanno che questo artista dello zucchero amava sperimentare ricette, spesso di complessa preparazione, e fu proprio così che nacque questa specialità. All’inizio, essa si chiamava torta nera e fu solo nel 1907, anno durante il quale si festeggiava l’anniversario della nascita dell’illustre architetto Jacopo Barozzi, che l’inventore decise di dedicargli la sua creatura al cioccolato. Ad oggi, la ricetta resta quasi sconosciuta: gli ingredienti sono ben noti, ma il metodo di preparazione no. La tradizione, infatti, viene portata avanti dalla famiglia Gollini che custodisce gelosamente i suoi segreti. Nel modenese sono molte le famiglie che si vantano di conoscere la ricetta originale, ma non è così: anche se è possibile riprodurre questa torta, sarà sempre simile ma mai identica a quella dei Gollini ed è per questo motivo che spesso, al momento della vendita, molti commercianti e ristoratori specificano che quella da loro prodotta è una torta ‘tipo’ Barozzi. La fama di questo dolce è tale al punto da essersi meritata un gusto di gelato tutto suo ed una menzione nel film Solo desserts (2004) di Kevin Connor dove il protagonista è un pasticciere del Bronx che vince una gara culinaria presentando proprio la famosa torta italiana. Ad ogni modo, se vuoi gustare la versione originale della torta Barozzi devi recarti allo storico laboratorio Gollini di Vignola ma, dato che è un peccato perdersi questa goduria per il palato e che non tutti abitano esattamente nel modenese (io, ad esempio, sono napoletana ed è un tantino lontano per me), puoi sempre provare la ricetta che ti mostro più avanti.

Gusto del Giorno: ricetta della torta Barozzi

Ingredienti:

  • Cioccolato fondente, 250 gr
  • Zucchero, 150 gr
  • Uova, 4
  • Mandorle spellate, 100 gr
  • Burro, 80 gr
  • Caffè ristretto, 1 tazzina
  • Rum, 1 bicchierino

Per prima cosa, sciogli il cioccolato fondente a bagnomaria insieme al burro servendoti di un tegame. Da parte, separa i tuorli dagli albumi e monta questi ultimi ben bene. Passa, poi, a tritare finemente le mandorle unendole ai tuorli sbattuti, allo zucchero, al rum ed al caffè. Quando il tutto sarà ben mescolato, unisci il cioccolato fuso col burro. Questo composto dovrai unirlo agli albumi montati in precedenza. Imburra ed inforna una teglia, versaci l’impasto ottenuto e livellalo ben bene. Fai preriscaldare il forno a 180° e poi cuoci per 30 minuti. Lasciala raffreddare e servila in piccoli quadrotti ben compatti. Ricorda che, essendo un dolce con ingredienti del tutto naturali e senza additivi, va conservata fuori dal frigo e consumata entro 40 giorni.

Condividi questo post

Commenta l'articolo