Gusto del Giorno: come si prepara il fruttone pugliese

gusto del giorno fruttone pugliese

Gusto del Giorno: come si prepara il fruttone pugliese

Altra settimana, altro giro. Oggi, con la rubrica Gusto del Giorno, vogliamo inoltrarci nelle terre dell’incantevole Puglia alla scoperta di un dolce davvero irresistibile: il fruttone. Si tratta di un tortino di pasta frolla a forma ovale ripieno di pasta di mandorle e marmellata di mele cotogne (la cotognata, appunto) o di pere e ricoperto di cioccolato fondente. Il fruttone altro non è che il gemello del già famoso pasticciotto, prodotto prevalentemente a Taranto, Lecce e Brindisi. Quest’ultimo è ripieno di crema pasticcera ed è presente in numerose varianti: aromatizzato all’arancia, con crema al cioccolato e nocciole, con crema pasticcera e amarene. Sembra quasi un plum cake ripieno e, infatti, va consumato caldo nelle prime ore del mattino a colazione. Il fruttone, al contrario, ha uno strato di cioccolato in superficie che va fatto raffreddare e solo in secondo momento è possibile gustarlo. Sia il pasticciotto che il fruttone, comunque, hanno una variante in comune: possono essere elaborati anche sotto forma di torta. Ma sappiamo bene che ciò che conta è il gusto, giusto? Continua a leggere e ti dirò come è nato questo dolce e la ricetta per prepararlo. Non c’è bisogno di arrivare fino in Puglia per gustare un buon fruttone, dato che puoi farlo anche a casa…anche se un viaggetto non sarebbe male, vero? 🙂

Fruttone: nascita e storia del dolce pugliese

Come ti ho già anticipato, il fruttone non è altro che una variante del già goloso pasticciotto. L’esistenza di questo dolce è documentata già nel lontano 1707 come attestano alcuni scritti presenti nell’archivio della Curia Vescovile di Nardò. Alla morte del vescovo Orazio Fortunato, infatti, fu redatto un inventario che parlava di barchiglie di rame da far pasticciotto numero otto. La leggenda popolare, invece, vuole che il pasticciotto fosse stato inventato da un pasticciere di Galatina nel 1745. Si dice che all’artigiano avanzarono pasta frolla e crema e che questi pensò bene di porre questi elementi in pirottine dalle quali ricavò piccole torte ripiene. L’uomo le donò ad un passante, questi portò a casa il pasticciotto e la voce si espanse in pochissimo tempo. Nonostante questo mito sia quello più accreditato, non c’è nessun documento che confermi questa storia. Il fruttone, comunque, nacque nello stesso periodo e, se originariamente era riservato alla nobiltà, col tempo è diventato di dominio pubblico grazie alla nascita delle prime caffetterie.

Gusto del Giorno: ricetta del fruttone pugliese

Ingredienti per la pasta frolla:

  • farina 00, 500 gr
  • zucchero semolato, 200 gr
  • margarina, 250 gr
  • tuorli d’uovo, 4
  • lievito di birra, 1
  • buccia di limone grattugiata finissima
  • vaniglia

Ingredienti per il ripieno:

  • marmellata di pere o cotognata
  • mandorle bianche sbucciate e tritate, 300 gr
  • zucchero semolato, 200 gr
  • cannella
  • uova, 4

Ingredienti per la copertura:

  • cioccolato fondente, 250 gr
  • burro, 50 gr

Pronto per preparare questo dolce squisito? Ti assicuro che una volta che l’avrai assaggiato non potrai farne a meno. Bene, cominciamo. Per prima cosa, procurati gli ingredienti sopra elencati e comincia dalla base di pasta frolla. Prepara la farina su un piano da lavoro e crea una montagnella al centro della quale ricaverai un buco dove metterci la margarina per lavorare bene i due elementi fino a che non saranno ben amalgamati. Aggiungi, poi, lo zucchero, i tuorli d’uovo, la vaniglia e il lievito. Continua fino a quando non avrai ottenuto un impasto liscio ed omogeneo. Lascia riposare il composto e dedicati per qualche minuto al ripieno. Non devi far altro che mescolare in una ciotola gli ingredienti che ti ho indicato: marmellata, uova, cannella, zucchero e mandorle. Ora che anche il ripieno è pronto, non devi far altro che porre la pasta frolla negli appositi pirottini e farla aderire al fondo creando una conca dove andrai a porre il ripieno. Ricopri il fruttone con uno strato di pasta frolla e spennella con dell’uovo sbattuto prima di infornare a 180° per 15 minuti. Manca qualcosa, giusto? Eh si, non è finita qui perché devi ancora preparare la copertura al cioccolato. Non ci vuole molto, devi solo far sciogliere il fondente a bagno maria con il burro ed è fatta. Versa il liquido sui dolcetti appena sfornati e lascia che la copertura solidifichi. Una volta freddo, il fruttone è pronto per essere gustato. Io ti consiglio vivamente di accostarlo ad una bella tazza di tè o caffè per merenda. Che ne dici? 🙂

Condividi questo post

Commenta l'articolo