Decalcificare senza prodotti chimici, come si fa?

Decalcificare in maniera naturale, si può!

Decalcificare senza prodotti chimici, come si fa?

 

L’aceto è la risposta a questa domanda, di malto, vino, mele, pere, miele…potremmo continuare all’infinito con le diverse tipologie, tante quante i mille utilizzi del quale si può fare uso di questo liquido acido ottenuto dall’azione di batteri che in presenza di aria o acqua ossidano l’etanolo presente in molte bevande fermentate o in altre materie prime come riso e frutta.apple-cider-vinegar-to-treat-eczema-min

Tra i vari utilizzi di cui se ne può fare, forse poco conosciuto, vie è il processo per decalcificare le nostre preziosissime macchinette per il caffè che siano esse in cialde, capsule e anche la nostra cara e vecchia moka, queste con il tempo e l’utilizzo giornaliero hanno il difetto di accumulare calcare che compromette la funzionalità e la qualità del caffè.
Esistono molti prodotti in commercio  per decalcificare le macchinette per caffè, essendo però quest’ultimi ricavati chimicamente, si sente sempre la preoccupazione di lasciare residui durante il procedimento di utilizzo, e qui entra in gioco l’aceto, naturale e alla portata di tutti ma soprattutto senza preoccupazione di lasciare residui durante il lavaggio.

Cosa occorre

  • Aceto 1 litro
  • bacinella o contenitore

Come procedere

  1. riporre un contenitore o una bacinella al di sotto dell’erogatore della macchinetta.
  2. rimuovere l’acqua dal serbatoio e riempirla con mezzo litro di aceto.
  3. accendere la macchinetta e far uscire tutto l’aceto dall’erogatore.
  4. ripetere dal primo punto tutto il processo con il restante aceto.

Per quanto riguarda i residui di aceto, fate gli stessi passaggi per almeno due volte ma utilizzando acqua distillata a temperatura calda.
il procedimento può essere molto lungo, anche più di un ora, ma fidatevi la macchinetta sarà come nuova e i vostri caffè torneranno ad essere eccezionali come sempre.

250px-moka_express_sideviewPer Decalcificare la moka il procedimento è pressoché lo stesso, mettete nel serbatoio della moka in parti uguali acqua e aceto, una volta messa sul fuoco questa decalcificherà.
Per rimuovere le tracce di aceto in questo caso si dovrà procedere al famoso “caffè dello studente” con qualche modifica, ovvero preparare il primo caffè e utilizzatelo come base per un altro caffè e così via per tre volte, al terzo ciclo buttate via tutto il ricavato e non la moka mi raccomando!….Adesso la vostra preziosa moka è decalcificata ed è tornata ai fasti d’un tempo.

Condividi questo post

Commenta l'articolo