Glutine e Lattosio: Amore Intollerante

Glutine e Lattosio: Amore Intollerante

Ci siamo incontrati e ci siamo innamorati.

Dopo 23 anni di vita passata a mangiare come se non ci fosse più un domani, scopriamo di essere intolleranti al glutine (o come dice mio padre “ai glutei”) e al lattosio.

Ora, diamoci la mano e diciamo tutti insieme:

“Addio”

alla pizza, alla sfogliatella, ai cannelloni, alla cassatina, al babà, alla pastiera, alla frittatina, al panino del furgoncino, alla cioccolata, al panuozzo, al cuoppo di mare fritto, alla pastiera (l’ho già detto ma mia mamma fa una pastiera mondiale), insomma iniziamo ad accettare che il sapore dell’aria diventerà il nostro migliore amico.

Dopo la scoperta dell’intolleranza al glutine e al lattosio, eliminando i cibi vietati (senza glutine e senza lattosio), ci siamo sentiti subito meglio.

Tutti gli effetti collaterali come mal di testa, problemi intestinali, gonfiore dell’addome, perdita di peso, flatulenza (Lui :P), spossatezza, nervosismo ecc., sono spariti e con il tempo abbiamo riscontrato un migliore approccio alla vita quotidiana a livello fisico e mentale.

Non abituati a questo stile di vita, compravamo prodotti confezionati che indicassero l’assenza di glutine e lattosio. Non vi dico le nostre finanze quanto ne hanno risentito dato l’alto costo, spesso ridicolo e indecente, di questi prodotti dietetici (per la “celiachia” è possibile usufruire di una tessera sanitaria accompagnata dal proprio codice celiachia, che fornisce una somma di circa € 120,00 per persona,  da spendere in negozi aderenti, i quali hanno prezzi davvero troppo alti).

Gli alimenti confezionati, senza glutine e latte, hanno un costo non paragonabile a quelli fatti in casa.

Inoltre sono tutti ricchi e sovraccarichi di zuccheri e grassi saturi e soprattutto molti contengono sostanze e alimenti sostitutivi che talvolta sono dannosi tanto quanto l’alimento vietato, perché assunti quotidianamente (ciò può provocare anche l’insorgere di altre intolleranze, l’aumento o la perdita di peso e l’alterazione dei valori di colesterolo e trigliceridi nell’organismo).

Dunque ci siamo armati di una sana e giusta informazione, abbiamo cancellato gli stereotipi secondo i quali pane, pasta, carne e latticini sono indispensabili per “crescere bene”, ci siamo rivolti a specialisti del settore e abbiamo capito quanto è facile e gustoso mangiare sano, dando al proprio corpo tutto ciò di cui necessita, spendendo il giusto e senza stress soprattutto!

Basta organizzarsi con un bel calendario e variare di settimana in settimana qualche alimento per evitare di mangiare sempre le stesse cose.

Noi abbiamo semplicemente scelto quali sono i piatti che amiamo di più e abbiamo trovato un modo alternativo per poterli mangiare ugualmente.

 

intolleranza al glutine e lattosio - mangiare sano     *Graphic_Luisa Alterio / Photo_Lernert & Sander

 

Le patate riescono a sostituire tutto quello che faceva la farina di grano, i legumi ci permettono di ricevere tutte le vitamine e i carboidrati di cui abbiamo bisogno e soprattutto se li passi al minipimmer diventano una “vellutata” e ti puoi atteggiare con il piatto gourmet.

Il riso, la quinoa, il mais, il teff permettono di realizzare primi piatti freddi e caldi eccellenti.

Le uova e il pesce fresco (quello confezionato può contenere glutine o tracce di latte) sono una riserva di proteine indispensabile.

La soia anzi, la Santa Soia, vi darà margarina, latte, olio, pasta, di tutto e di più se saprete adorarla come si deve. La frutta, potete mangiare un sacco di frutta, soprattutto a colazione e per fare uno spuntino durante il giorno.

Infine, punto indispensabile, le “spezie”. Queste possono essere mangiate tutte senza problemi, e sono proprio loro a rendere gustoso e ricercato il sapore dei piatti che preparerete. Siate creativi e affamati di nuovi sapori.

Spero tanto che la mia esperienza vi abbia aiutato, intanto vi regalo il mio calendario alimentare settimanale che potete trovare qui.

Ve lo potete appendere in cucina e sapere esattamente cosa comprare per cucinare senza sprechi, fa figo e tutti ve lo invidieranno e soprattutto fa bene perchè si evita di essere disorganizzati e quindi di mangiare cibi confezionati.

E’ questo il segreto, capire che per vivere bene bisogna prendersi cura di se stessi e soprattutto bisogna ascoltare ed amare il proprio corpo e seguire quelli che sono i nostri bisogni, non quelli che la società ci impone. Credetemi, diventerete anche più belli e simpatici dopo aver iniziato!

Vi voglio bene, senza latte e senza glutine tranquilli!

Condividi questo post

Commenti (3)

  • Cristina Rispondi

    molto utile il tuo calendario alimentare

    il 21 dicembre 2016 alle 11:22
    • Luisa Alterio Rispondi

      Grazie mille Cristina! Se hai consigli o curiosità da proporre sarò felice di parlarne!! Ti auguro un Buon Natale!!

      il 21 dicembre 2016 alle 11:26
      • Cristina Rispondi

        Grazie a te, sarei molto felice di approfondire il discorso. Ricambio gli auguri di Natale 🙂

        il 21 dicembre 2016 alle 11:32

Commenta l'articolo